top of page
  • lifang60

Hong Kong aderirà al Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP)



Durante il 6° Belt and Road Forum tenutosi ad Hong Kong lo scorso 4 e 5 settembre 2021, il Ministro del Commercio cinese Wang Wentao e Liu Guangyuan, il commissario dell'ufficio di Hong Kong del Ministero degli Esteri cinese, si sono impegnati a sostenere Hong Kong nell'adesione alla Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), il più grande accordo di libero scambio al mondo firmato tra Cina, 10 paesi dell'ASEAN (Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam), Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud. L'adesione di Hong Kong al RCEP porterà un nuovo accesso al mercato del Giappone e della Corea del Sud da Hong Kong, che non aveva un proprio accordo di libero scambio con questi due paesi.

Ning Jizhe, vicepresidente della Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforme, ha dichiarato che "la Cina sostiene Hong Kong come centro logistico internazionale e centro globale di tecnologia e innovazione".

Hao Peng, capo della China Assets Supervision and Administration Commission (SASAC), di proprietà statale cinese, ha dichiarato: "La SASAC continuerà ad attuare il principio di 'un paese, due sistemi' per sostenere il governo di Hong Kong e promuovere gli investimenti del governo centrale a Hong Kong”. Secondo Hao, nel 2020, 80 imprese cinesi hanno già 2.915 unità operative a Hong Kong con un patrimonio totale di 3,8 trilioni di dollari di HK (658 miliardi di dollari), rendendo la città un attore chiave nella Belt and Road Initiative.

Ufficio stampa

Silk Council


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page