top of page
  • lifang60

La crisi diplomatica tra Cina e Lituania può influenzare i rapporti sino europei




Il 18.11.2021 è stato aperto a Vilnius l'“Ufficio di rappresentanza di Taiwan in Lituania”. Parallelamente, la Lituania ha deciso di aprire un ufficio commerciale a Taipei nel 2022 e ritirato la propria Ambasciatrice da Pechino. La Cina ha reagito richiamando il proprio Ambasciatore e declassando le relazioni diplomatiche con la Lituania al grado di chargé d'affaires.


Questa crisi diplomatica è sfociata presto anche in tensione economica, quando il 2.12.2021 è stata diffusa la notizia dalla radio e televisione nazionale lituana (LRT) che le dogane cinesi sembrerebbero aver rimosso la Lituania dai propri sistemi e che alcune imprese lituane stavano avendo problemi a sdoganare le proprie merci in Cina.


La Cina ha rigettato le accuse della Lituania e la questione è stata portata all'attenzione della Commissione Europea, come riportato da varie testate giornalistiche tra cui Bloomberg.


In una dichiarazione congiunta l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, e il vicepresidente esecutivo della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis hanno dichiarato:

L’Ue è stata informata che le spedizioni lituane non vengono sdoganate dalla dogana cinese e che le domande di importazione dalla Lituania vengono respinte. Siamo in stretto contatto con il governo lituano e stiamo raccogliendo informazioni in modo tempestivo tramite la delegazione dell’Ue a Pechino. Stiamo anche contattando le autorità cinesi per chiarire rapidamente la situazione. Se le informazioni ricevute dovessero essere confermate, l’Ue valuterebbe anche la compatibilità dell’azione della Cina con i suoi obblighi ai sensi dell’Organizzazione mondiale del commercio. (….) L’Ue è pronta a opporsi a tutti i tipi di pressione politica e misure coercitive applicate contro qualsiasi Stato membro. Lo sviluppo delle relazioni bilaterali della Cina con i singoli Stati membri dell’Ue ha un impatto sulle relazioni complessive Ue-Cina”.


Il 4 gennaio 2022 i media europei hanno riferito che il presidente lituano Gitanas Naueda ha affermato che la decisione di consentire a Taiwan di aprire un ufficio di rappresentanza a Vilnius con il proprio nome è stato "un errore". Ha detto: "Penso che non sia stata l'apertura dell'ufficio taiwanese ad essere un errore, ma il suo nome, che non era coordinato con me. Il nome dell'ufficio è diventato il fattore chiave che ora incide fortemente sui nostri rapporti con la Cina".

Ufficio Stampa

Silk Council


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page