The China-EU Geographical Indications agreement for food & beverage export

Updated: Apr 7



On March 1, 2021, the bilateral agreement between China and the European Union on geographical indications took effect. It provides for the mutual recognition of a double list of 100 European and Chinese geographical indications of agri-food products.


The Agreement, signed on September 14, 2020 after 22 rounds of negotiations started in 2011, represents an important milestone in bilateral trade between China and Europe and an effective tool to protect against all forms of counterfeiting of excellent agri-food products and improper use of geographical indications (including their translations, transliterations or addition of terms such as "genre", "type", "style", "imitation" or similar).


Among the Chinese geographical indications included in the agreement: Pixian Dou Ban (Pixian bean paste), Anji Bai Cha (Anji white tea), Panjin Da Mi (Panjin rice) and Anqiu Da Jiang (Anqiu ginger).


On the other hand the European geographical indications include: Queso Manchego, Champagne, Cava, Polska Wódka, Feta, Münchener Bier, Irish whiskey, Porto and Ouzo and 26 geographical indications of Italian products.


For Italy, the following geographical indications are included in the list approved by China: Aceto balsamico di Modena, Asiago, Asti, Barbaresco, Bardolino superiore, Barolo, Brachetto d`Acqui, Bresaola della Valtellina, Brunello di Montalcino, Chianti, Conegliano-Valdobbiadene Prosecco, Dolcetto d`Alba, Franciacorta, Gorgonzola, Grana padano, Grappa, Montepulciano d'Abruzzo, Mozzarella di Bufala campana, Parmigiano Reggiano, Pecorino Romano, Prosciutto di Parma, Prosciutto di San Daniele, Soave, Taleggio, Toscano, Vino Nobile di Montepulciano.


The positive effects of this historic agreement could have multiplicative effects on more countries, given that on November 15, 2020, China became part of the largest free trade agreement in the world.


In 2020 China became the first trading partner of the European Union with an increase in imports from China of 5.6%, for a total of 383.5 billion euros and an increase in European exports of 2.2% (202,5 billion euro), according to Eurostat data.

In Italy, according to Coldiretti, based on Istat data, the increase in exports to China of made in Italy agri-food products in 2020 was 20.5% for an absolute value that exceeds half a billion euros.


***

L’Accordo Cina -UE sulle indicazioni geografiche per l’export di alimenti e bevande


Il 1° marzo 2021 è entrato in vigore l’accordo bilaterale tra Cina ed Unione Europea sulle indicazioni geografiche, che prevede il mutuo riconoscimento di una doppia lista di 100 indicazioni geografiche di prodotti agroalimentari europei e cinesi.


L’Accordo, firmato il 14 Settembre 2020 dopo 22 rounds di negoziati iniziati nel 2011, rappresenta un importante traguardo nel commercio bilaterale tra Cina ed Europa e un efficace strumento di tutela contro ogni forma di contraffazione dei prodotti agroalimentari di eccellenza e usi impropri delle indicazioni geografiche (incluse le loro traduzioni, traslitterazioni o aggiunta di termini quali “genere”, “tipo”, “stile”, “imitazione” o simili).


Tra le indicazioni geografiche cinesi incluse nell’accordo: Pixian Dou Ban (pasta di fagioli Pixian), Anji Bai Cha (tè bianco Anji), Panjin Da Mi (riso Panjin) e Anqiu Da Jiang (zenzero Anqiu).


Le indicazioni geografiche europee invece includono: Queso Manchego, lo Champagne, il Cava, la Polska Wódka, la Feta, la Münchener Bier, l'Irish whiskey, il Porto e lo Ouzo e 26 denominazioni di prodotti italiani.


Per l'Italia sono inclusi nella lista approvata dalla Cina le seguenti denominazioni: Aceto balsamico di Modena, Asiago, Asti, Barbaresco, Bardolino superiore, Barolo, Brachetto d`Acqui, Bresaola della Valtellina, Brunello di Montalcino, Chianti, Conegliano-Valdobbiadene Prosecco, Dolcetto d`Alba, Franciacorta, Gorgonzola, Grana padano, Grappa, Montepulciano d'Abruzzo, Mozzarella di Bufala campana, Parmigiano Reggiano, Pecorino Romano, Prosciutto di Parma, Prosciutto di San Daniele, Soave, Taleggio, Toscano, Vino Nobile di Montepulciano.


Gli effetti positivi di questo storico accordo potrebbero avere effetti moltiplicativi su più paesi, considerato che il 15 novembre 2020 la Cina è entrata a far parte del più grande accordo di libero scambio a livello mondiale.


Nel 2020 la Cina è diventata il primo partner commerciale dell’Unione Europea con un aumento delle importazioni dalla Cina del 5,6%, per un totale di 383,5 miliardi di euro e un incremento delle esportazioni europee del 2,2% (202,5 miliardi di euro), secondo dati Eurostat.

In Italia, secondo Coldiretti, su dati Istat, l'aumento dell’export in Cina di prodotti agroalimentari made in italy nel 2020 è stato di 20,5% per un valore assoluto che supera il mezzo miliardo di euro.



#export #china #EU #IG #DOP #SGT #DOC #food #beverage #trade #Italy #dongpartners

36 views0 comments